Archivio per ottobre, 2006


Ha quasi sessant’anni. E’ in pensione. Ha lavorato in tribunale, è stato istruttore di judo. Ci conosciamo di vista. Come si conoscono di vista centinaia di persone in una città di 50mila abitanti.
Chiede di potermi parlare, in ufficio.
Lo ricevo, ricevo sempre tutti, e lo vedo intimorito.
Mi dice:
Ho scritto un libro.
Me lo dice con un’aria infantile, come a dire Ha visto?
«Posso fare qualcosa?», domando.
Potrebbe aiutarmi a pubblicare però vede…
«Cosa?», dico io.
Ho paura che mi rubino la storia. Sa, vorrei andare dalla casa editrice e dire Fate attenzione, perché mi è già successo…
«Successo cosa?»
Sono andato in tv, a La sai l’ultima? Non ho passato le selezioni ma le barzellette che avevo inventato io, poi, le ho sentite raccontare da altri..
«Ho capito, ma lei prima mi ha detto che vuole andare da una casa editrice…»
Già.
«Quale casa editrice?»
Sono qua per questo. Me lo dica lei. Mi hanno suggerito Mursia, lei ha pubblicato un libro con Mursia vero?, non l’ho letto ma lo so. Possiamo, posso andare da Mursia, spiegare…
«Non funziona così», dico.
E come funziona?
<<<<continua a leggere>>>>

Annunci

Riflessioni sulla narrativa di Ugo Mazzotta

Pubblicato: 24 ottobre 2006 da fiaeforum in Senza categoria

Io vedo la narrativa di genere come una forma di artigianato (e prima di gridare alla lesa narrativa pensiamo, che ne so, a Cellini). Puoi disegnare e cesellare una sedia magnifica, ma se ci metti meno di tre gambe chi la compra finisce con le chiappe per terra… e la narrativa di genere funziona più o meno allo stesso modo 😉 UgoEmme sul blog di Emanuela Zini

SCRITTO MISTO: IL NOSTRO LAVORO

Pubblicato: 22 ottobre 2006 da fiaeforum in premi letterari

così fan tutti, così facciamo pure noi.
Questo è il link che porta al nostro testo presentato su Scritto Misto.
Sono 14 racconti, scritti da 6 autori diversi, tutti partecipanti
al nostro forum

E’ un invito, sì a leggerci, ed eventualmente a commentare con sincerità critica
i racconti e i testi in esso contenuti.

Ma anche a leggere eventualmente altri testi in concorso, perché, noi per primi lo ammettiamo
ce ne sono di davvero notevoli e meritevoli di attenzione.
Quelli che son piaciuti a noi, li abbiamo già recensiti in questo spazio.

Per votare, invece c’è tempo fino al 30 novembre p.v.
E’ importante, ma non determinante.
A noi, interessa soprattutto il commento dei lettori.

 

Pensiero alieno di Cinzia Pierangelini

Pubblicato: 21 ottobre 2006 da fiaeforum in scrivere, voci

Qualcuno mi ha detto "rifletti sul fatto che mica la vita è tutta nei romanzi" e io ho risposto che magari fosse questo il problema, il vero problema è che la vita per me è tutta nella mia testa! Il mondo è un contorno che spesso mi sfugge; i romanzi forse sono solo l’ultimo gradino della mia perfetta astrazione. Allora mi chiedo: dovrei sentirmi in colpa?  pensiero alieno di Cinzia (Coca) Pierangelini

Pubblicato: 19 ottobre 2006 da fiaeforum in jokes

http://video.google.com/googleplayer.swf?docId=-8291037887913618367&hl=it

Fiae è anche tecnologia, che vi credevate?


The Haunted House di Carmilla: Interessante l’originalità del tema, dell’ambientazione e dell’approccio narrativo. Scrittura ottima e simpatici i personaggi. Sto procedendo senza fatica e anzi con molta curiosità nella lettura, e so che arriverò alla fine senza patemi o sensi di colpa. L’augurio è che la selezione di Scritto Misto alla fine renda giustizia ai lavori più interessanti, ben scritti e di valore effettivo.

La Vita Gratis di Ezra Rhesus ritmo incalzante, stile asciutto e molto contemporaneo ma preciso nelle descrizioni, personaggi ben caratterizzati, situazioni "fotografiche". Sono a pagina 12, ma ho fatto fatica a smettere di leggere, e questo è davvero un buon segno. Se non è stato valutato abbastanza dalle votazioni di SM, è davvero un peccato perché è un  lavoro interessante.

Il Dottor D. e le Donne  di Dottor D. arguto, ironico, divertente. Scrittura lieve che scorre comunque liscia e piacevole. Sicuramente un testo ben impostato e un’idea simpaticamente diversa dalle solite "Bridget Jones" e "Nerds" de noantri. Anche questo testo merita la sua alta classifica su SM.


E ti vengo a cercare di Rafaeli: esilarante, malinconico con un sottile retrogusto amaro come sottofondo. Assolutamente irresistibile, non riesci a smettere di leggerlo. Davvero una delle cose ironiche fino a oggi lette, più carine che siano mai state scritte da blogger (e meno male, perché non se ne poteva più di Zelig!). Scritto con perizia e con grande capacità di dominare la parola, di spaziare dal poetico-erudito al gergale-sboccacciato, senza che mai, neppure una volta, che  ciò disturbi, infastidisca, offenda. Un’ottima prova.

Le Cose non dette di Schiele: struggente, ben scritto, malinconimo, ma in compenso un bel lavoro. Mi è piaciuto. Schiele è un artista, un bravo interprete della realtà attraverso l’immagine, ma con questo suo scritto mostra quanto sia capace di osservare anche attraverso le parole l’intimo sentire umano.

Veramente difficile di Licenziamento del poeta: si sente la mano di uno scrittore già avviato verso il professionismo, e un testo molto interessante, un bel lavoro che merita la sua alta classifica.

Il mare a Milano Stilografica: un piccolo gioiello di scrittura d’altri tempi, con immagini che sono musica più che fotografie, un testo onirico e struggente. Bellissimo lavoro.

A girl (r)evolution Maia: graffiante, divertente, originalissimo e soprattutto ben scritto. Bel lavoro.

Questi per il momento i lavori letti in maniera più approfondita… in fondo, la votazione non renderà giustizia a tutti ma in risalto i migliori li mette, comunque, e nonostante gli 1 di boicottaggio!