CONCORSO SCRITTO MISTO: siamo iscritti!

Pubblicato: 3 ottobre 2006 da fiaeforum in premi letterari, scritto misto

Da: ScrittoMisto GP
Ciao Ipanema,
siete iscritti. La settimana prossima i testi saranno tutti pubblicati sul sito per le votazioni.
Grazie Ciao! Sara

Alla fine ce l’abbiamo fatta. Abbiamo inviato il nostro manoscritto. 14 racconti per 6 autori. A breve il nostro manoscritto apparirà on line sul sito www.scrittomisto.it e sarà disponibile alla lettura di tutti gli internauti che vorranno registrarsi e votare i testi in concorso. Se volete intanto dare un’occhiata alla descrizione del nostro "capolavoro" ecco a voi l’abstract::
Abstract:
 
Un gruppo di persone. Un giorno si incontrano in rete e uniscono sforzi, passione e impegno per dare vita a un forum, un laboratorio, un progetto. Questo manoscritto è il primo, piccolo ma sofferto risultato di questo incontro. Una raccolta di racconti inediti. Sei autori, a metà del guado. Di un fiume potrebbe essere tutto e non essere niente. Perché l’aver portato a termine un progetto comune,  comunque sia, sarà il nostro più bel successo, e non potrà in ogni caso esser distrutto. E’  l’unione di varie riflessioni in un unico tema comune: l’attesa. Attesa di veder restituita la dignità a un eroe (Storia di un Angelo) o di ricongiungere due amanti (Lettera a Elisa); è il rassegnarsi a disattendere un amore che non avrà mai l’incontro giusto (Troppo Tardi) o il trovare nuova vita in nuove realtà (Benito e Giulia); è aspettare morbosamente un amore malato (Piove), o il consumarsi in fantasie sensuali su di una voce registrata in una segreteria telefonica (Attesa Pomeridiana); è lo spasmodico aspettare il fatidico appuntamento con il destino (Tap tap tap) o l’averlo atteso troppo, non aver detto "ti amo" in tempo per carpirne tutti i più dolci segreti (Dolce Attesa); è aspettare sempre, forse invano o forse no, nell’immobilità fisica e spirituale più assoluta (Sand Creek) o aspettarsi che il quadro che si sta osservando parli e muti il destino delle cose.(Mare al plurale); è  assistere impotenti al massacro ignobile che avviene per gioco e che solo il fato potrà impedire(Mapuche); meditare e ricongiungersi con il tutto, credere che la parola abbia potere (Ohmnepadmeuhm) o la fine che a lungo si rimanda (In attesa della cena); è la storia di un muratore che prende a sberle la propria esistenza (Mani di cemento). Quattordici racconti per sei autori. In attesa di un approdo, alla fine del guado.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...