ISABELLA GIOMI E LA SUA CANTATRICE MUTA

Pubblicato: 28 aprile 2008 da fiaeforum in Senza categoria
Tag:, ,

Autore: Isabella Giomi

Titolo: La cantatrice muta

Editore: Laruffa Editore
codice ISBN:

Romanzo vincitore della II edizione di "Emozioni d’inchiostro"

Pagine: Dimensioni:
Anno: 2008 Prezzo: € 10,00
 
 Categoria: Narrativa
Elettra era un diluvio di armonia nel silenzio assoluto del notturno sul mare. Un fulmine avrebbe segnato l’intera vita di Elettra. Per lei energia e sensibilità estrema. Così il canto diviene la schermatura delle emozioni troppo forti. Un indimenticabile ritratto di donna in chiaro-scuro, una figura femminile fragile e intensa. Isabella Giomi è nata a Roma e lavora in una grande struttura pubblica. Ha scritto vari racconti in bilico tra il metafisico e l’intimista, alcuni dei quali, premiati o finalisti in concorsi letterari, sono stati pubblicati su antologie e riviste culturali, tra cui “Inchiostro”. Considera la scrittura un’estensione della vita e l’universo narrativo un mondo infinitamente perfettibile che cresce in sintonia con l’esperienza. I suoi personaggi sono spesso impostati in modo tale da scegliere decisioni finali sorprendenti, come, appunto, accade alla protagonista di questo breve romanzo. Ama, in questo ordine: i gatti, l’inverno e le verdure crude. E ricorda con una certa nostalgia gli anni ’80. Su Internet ha aperto un blog dove si parla di scrittura creativa: http://blog.libero.it/tanysha/.

A breve sarà  disponibile in libreria e su IBS il romanzo della nostra Isabella – cattleia, vincitore del prestigioso concorso "Emozioni d’inchiostro" pubblicato con la Laruffa Editore. Le nostre più vive congratulazioni a Isabella per questo suo nuovo successo, che  avendo seguito le fasi di proposta al concorso e successiva vittoria, editing e finalmente pubblicazione, consideriamo anche un pochino un  successo  targato FIAE. Cento di queste pubblicazioni, ISA!!!

Annunci
commenti
  1. vampyr8 ha detto:

    buona settimana 🙂

  2. utente anonimo ha detto:

    E certo che è un successo (spero anche di vendita, un pochino) targato FIAE! la spinta a migliorare e a perfezionare sempre di più da dove l’ho presa, sennò? Ciao. Isa

  3. utente anonimo ha detto:

    Ho letto d’un fiato il tuo racconto, Isabella incantatrice, e ti precedo nel commento, anticipando l’eco alla canzone. Vedi, mi viene di scrivere in forma di canzone, e non è sforzo e nemmeno poco vanto, ma sintonia con quanto letto, o forse dovrei dir ascoltato.
    Allora certo, ho ascoltato la voce della tua cantante muta, il suo silenzio imploso, la sua vita trattenuta nel diaframma e sfogata solo nell’arie musicali rubacchiate a un mondo altro. Mi sono perso e ritrovato nel corso di un’oretta in paesaggi incerti eppure affascinanti, in avventure appena accennate ma emozionanti, a rincorrere personaggi stilizzati al carboncino ma sempre belli e originali.
    Ho inseguito il tuo canto lento eppur veloce, svaporato come di nebbia mattutina, che mi ha portato in lugubri teatri e locande malfamate, stanze oscure e umidi isolotti. Mi sono appassionato al canto, alla cantatrice, alla sua mite mutezza e alla sua paura di vivere, risolta forse – chissà se per davvero – in un abbraccio a quattro mani.
    Ho risentito echi di bella narrativa, dalla brava Paola Capriolo al Baricco della Seta, ma sopratutto ho apprezzato una voce nuova, fresca e originale, quella di Isabella Giomi che ha trovato in questa storia la sua nota personale.

    Un racconto leggero, sfumato, quasi aereo e inconsistente. Verrebbe da dire persino incongruente.
    Eppure bello, da leggersi d’un fiato, che altro conta se non il piacere di un’ora di lettura?

    Fabio Musati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...