Archivio per ottobre, 2008

Romanzo a puntate: online il diciottesimo capitolo

Pubblicato: 27 ottobre 2008 da fiaeforum in Senza categoria

Il diciottesimo capitolo di “Un’imprevedibile concatenazione di eventi“, opera ultima del mediatico Enno Galiencio, è come di consueto disponibile per gli utilizzi previsti dalla licenza CreativeCommons.

Capitolo XVII

Pubblicato: 21 ottobre 2008 da fiaeforum in Senza categoria

"La prova Gragnuola", diciassettesimo capitolo di "Un’imprevedibile concatenazione di eventi", opera ultima del nostalgico Enno Galiencio, è psichedelicamente disponibile per la lettura.

Nuovi consigli di lettura

Pubblicato: 14 ottobre 2008 da fiaeforum in Senza categoria

Alcune minirecensioni tratte dalla mia libreria di Anobii su libri letti di recente…

Le città invisibili di Italo Calvino.

Le città e la memoria, le città e il desiderio, le città e i segni, le città e gli occhi, le città e i morti, le città e il nome, le città sottili, nascoste, continue… cinquantacinque gemme sfaccettate da una scrittura aerea e metafisica. Città come palcoscenici della nostra ricerca interiore, sospese sul vuoto, come Ottavia, o sotterranee, fino a non distinguere più le consuetudini dei vivi da quelle dei morti, il disegno urbanistico e quello del cosmo.
Riflesse come in uno specchio che duplica le immagini a perdita d’occhio o racchiuse come un pugno all’interno di altre estensioni, di altri insiemi di costruzioni, di spazio, di tempo. Un libro meraviglioso, fondato su repentini rovesciamenti che lasciano stupefatto chi legge.

L’impero del sole di James G. Ballard

"Le guerre vennero presto a Shangai, succedendosi l’un l’altra al modo delle maree che rimontavano rapide lo Yang-tze e restituivano alla sfarzosa città tutte le bare affidate all’acqua dai moli funerari del Bund cinese".
Questo libro di Ballard si distingue dalla restante produzione dell’autore: la catastrofe descritta non appartiene più all’ "inner space", lo spazio interno che provoca regressioni nei protagonisti in sintonia con le distruzioni esterne, ma alla biografia dell’autore, ritrovatosi in un campo di concentramento giapponese a 11 anni, in seguito all’attacco di Pearl Harbour e della conseguente occupazione giapponese di Shangai.
La guerra è vista con gli occhi di un bambino impegnato in una durissima battaglia per la sopravvivenza: è una realtà atroce zeppa di cadaveri divorati dalle mosche, di trasferimenti a bordo di camion che caracollano per settimane intorno alla città di Shangai col loro carico di prigionieri sfiniti e incontinenti, di persone divorate dalla malaria e dal beri-beri; ma non perde le sua caratteristiche di grande, drammatico gioco agli occhi del protagonista.
Gli attacchi aerei, i piloti kamikaze, persino il fascino che esercitano gli aguzzini giapponesi, moderna "sindrome di Stoccolma", vengono vissuti da Jim come una specie di grandiosa coreografia che alimenta le sue fantasie adolescenti.
L’ "impero del sole" è la testimonianza di una discesa all’inferno che culmina con il bagliore dell’esplosione atomica su Nagasaki:"un lampo di luce illuminò tutto lo stadio, un lampo accecante sopra le tribune dell’angolo sudoccidentale del campo di calcio", una discesa agli inferi in cui tuttavia il protagonista non perde il proprio carico di umanità e di speranze, nell’attesa di ritornare nella "città terribile", la città dove lo Yang-tze restituisce le bare affidate alla propria corrente.

Chiedi alla polvere di John Fante

Un buon romanzo, ma non un capolavoro come ho letto in alcune recensioni entusiastiche su Anobii (la patente di capolavoro viene concessa con eccessiva facilità). La storia di Arturo Bandini, giovane aspirante scrittore che vive in una Los Angeles lambita dai venti caldi del deserto in una stanzetta di hotel di quarta categoria, viene delineata con ironia e tenerezza. Il protagonista, un  ventenne di origine italiana che si allontana dalla sua casa paterna nel Middle West e si reca in California alla ricerca di fortuna letteraria, vive per scrivere, rappresenta la vita come una successione di capitoli e di pagine scritte, anche quando sta per affogare nell’Oceano Pacifico. Ben caratterizzata anche la figura di Camilla, giovane donna di origine messicana, che ama non ricambiata un altro uomo, mentre viene amata senza speranza dal protagonista. Tuttavia, la figura di Bandini è un po’ irritante nel suo estremo narcisismo e risulta, alla lunga, stucchevole. Da bruciare l’introduzione di Baricco che racconta per filo e per segno lo sviluppo e lo scioglimento del romanzo.

Writer


Desideriamo riproporre il bando di concorso di questa splendida iniziativa di www.tuttiscrittori.it e www.radioimago.net perché trattasi di un concorso gratuito, con premi in denaro, a scadenza 1 dicembre 2008.

 

in collaborazione con

promuove il
CONCORSO LETTERARIO

”Il vino in un racconto: donne, uomini, luoghi, storie”

I^ Edizione 2008

Regolamento

1. Partecipazione.
Tuttiscrittori.it(www.tuttiscrittori.it), in collaborazione con Porthos (www.porthos.it) e Radio Imago (www.radioimago.net), bandisce il Concorso Letterario:
“Il vino in un racconto: donne, uomini, luoghi, storie” – I^ Edizione 2008.

2. La partecipazione al Concorso è gratuita e aperta a tutti, esclusi i membri del Comitato Organizzatore e della Giuria. 

3. Requisito indispensabile.
E’ necessario avere compiuto il diciottesimo anno di età.

4. Oggetto.
Sono ammessi alla partecipazione racconti che abbiano come tema il mondo e la cultura del vino, la degustazione, il rapporto tra il vino e la tavola.
I racconti devono essere redatti in lingua italiana. Lunghezza massima: 9.000 battute, spazi inclusi, equivalenti indicativamente a 5 cartelle di trenta righe per sessanta battute.
E’ necessaria l’indicazione del numero di  battute totali.
Ogni partecipante potrà concorrere con una sola opera.

5. Invio del racconto.
I testi dovranno essere spediti in  busta anonima  – in 4 copie dattiloscritte e una copia in formato digitale (su floppy disk o CD), prive dei dati identificativi dell’autore – a:
“Porthos”, via Laura Mantegazza n. 60 – 00152 – Roma.
Sul frontespizio dell’opera, accanto al titolo, dovrà essere indicato un codice identificativo scelto dall’autore, composto da un minimo di 6 e un massimo di 10 caratteri alfanumerici (esempi: MG1907 – 19MG71955).
Nella busta contenente le copie del racconto dovrà essere inserita altra busta più piccola (che sarà aperta soltanto dopo che il Comitato Organizzatore avrà selezionato i racconti finalisti), all’esterno della quale va riportato il medesimo codice identificativo e che dovrà contenere:

– un foglio dove siano indicate le generalità dell’Autore (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo e-mail, codice fiscale ed  eventuale pseudonimo), oltre al titolo dell’opera, al codice identificativo, al numero di battute totali del racconto e al modo in cui si è venuti a conoscenza del concorso;

– la seguente liberatoria, debitamente sottoscritta:
”Il sottoscritto …. dichiara che l’allegato racconto dal titolo “…” – codice identificativo: ….. – è un testo inedito, non classificato né risultato vincitore in altri concorsi letterari. Dichiara inoltre di esserne l’autore, di non averne ceduto a terzi i diritti di distribuzione o altri diritti legati al copyright e di poterne disporre in piena e assoluta libertà. L’autore cede, a titolo gratuito e in esclusiva, al concorso letterario “Il vino in un racconto: donne, uomini, luoghi,  storie”, i diritti per ogni eventuale lettura e pubblicazione sul web, sul sito www.tuttiscrittori.it, sulla rivista Porthos e su http://www.radioimago.net..
L’autore autorizza l’organizzazione del concorso al trattamento dei propri dati personali, ai sensi del D.L. 196/2003 e successive modifiche e integrazioni, limitatamente agli scopi del concorso in oggetto.
In fede. (firma dell’Autore).”

Gli Autori dovranno dare conferma dell’avvenuta partecipazione al concorso tramite invio di una e-mail avente ad oggetto: “Conferma partecipazione concorso”, al seguente indirizzo: concorsi@tuttiscrittori.it;
il messaggio dovrà contenere soltanto il testo: Confermo la mia partecipazione al concorso “Il vino in un racconto: donne, uomini, luoghi, storie”.
Attenzione: non indicare nella e-mail, pena esclusione dal concorso, il titolo e il codice identificativo del racconto.
Sul sito www.tuttiscrittori.it sarà pubblicato e periodicamente aggiornato l’elenco degli elaborati pervenuti, con indicazione di titolo e codice.

6. Termine di scadenza.
I racconti dovranno pervenire entro e non oltre la data del 1 dicembre 2008. Per le opere pervenute oltre tale termine, farà fede il timbro postale.

7. Giuria.
La giuria è composta da:

Susanna SchimpernaPresidente – giornalista, scrittrice
Ada Donati – poetessa e scrittrice
Dario de Judicibus – scrittore
Kai Zen – ensemble narrativo
Franca Romano – antropologa, scrittrice, docente Università La Sapienza di Roma

Il Comitato Organizzatore (composto dalla redazione di Tuttiscrittori e dalla redazione di Porthos) provvederà alla selezione dei 10 racconti finalisti, da sottoporre all’esame della Giuria per la scelta dei tre vincitori.
La Giuria provvederà a stilare la graduatoria e a nominare i vincitori entro il mese di marzo 2009.

8. Premi.
Al primo classificato verrà assegnato il premio di 400 euro + 30 bottiglie di vino del valore complessivo di 500 euro + un abbonamento a quattro numeri della “Rivista Porthos”.

Al secondo classificato verrà assegnato il premio di 100 euro + 18 bottiglie di vino del valore complessivo di 300 euro + una copia del volume di Nicolas Joly “Il vino tra cielo e terra”.

Al terzo classificato verrà assegnato il premio di 6 bottiglie di vino del valore complessivo di 100 euro + una copia del volume di Sandro Sangiorgi “Il matrimonio tra cibo e vino”.
I tre racconti vincitori  saranno pubblicati sul sito www.tuttiscrittori.it e presentati su Radio Imago, durante una puntata di “Parole al passo” dedicata all’evento.
La redazione di Porthos provvederà inoltre ad assegnare il “Premio della Ciurma”, consistente nella pubblicazione sulla omonima Rivista, al racconto che giudicherà meritevole a proprio insindacabile giudizio.
I vincitori verranno tempestivamente informati tramite e-mail.

9. Premiazione.
La premiazione avverrà in Roma, presso la sede di Porthos, con modalità che verranno indicate successivamente. Per l’assegnazione del premio è richiesta la presenza degli interessati.

10. Accettazione del regolamento.
La partecipazione al concorso costituisce implicita accettazione di tutte le norme del presente regolamento.
Le decisioni della Giuria e del Comitato Organizzatore sono insindacabili e inappellabili e non sono ammessi ricorsi.
Tutto quanto non espressamente previsto nel bando, è rimesso alla decisione esclusiva del Comitato Organizzatore.

Pubblicato: 13 ottobre 2008 da fiaeforum in Senza categoria
Tag:, ,

Il sedicesimo (NIENTE A CHE VEDERE CON LUI!) capitolo di "Un’imprevedibile concatenazione di eventi", opera ultima del fedelissimo Enno Galiencio, è religiosamente disponibile per la lettura.

Pubblicato: 6 ottobre 2008 da fiaeforum in Senza categoria

Il quindicesimo capitolo di "Un’imprevedibile concatenazione di eventi", opera ultima del redivivo Enno Galiencio, è puntualmente disponibile per la lettura.

UICDE: capitolo 14

Pubblicato: 1 ottobre 2008 da fiaeforum in Senza categoria

Il quattordicesimo capitolo di "Un’imprevedibile concatenazione di eventi", opera ultima del raffreddato Enno Galiencio, è disponibile con lieve ritardo. Buona lettura!