FIAE INTERVISTA ANDREA MALABAILA DI LAS VEGAS EDIZIONI

Pubblicato: 28 maggio 2013 da amnerisdicesare in INTERVISTE
Tag:

Il profilo della casa editrice
Las_Vegas_logoAndrea Malabaila, patron di Las Vegas edizioni: nasce nel 2007 ma per colpa di burocrati e distributori i primi titoli escono nel gennaio 2008. Adesso siamo a quota 27 e non mi sembra neanche vero. Il motivo per cui ho deciso di aprire una casa editrice e non una fabbrica di cioccolato o un’azienda che produce scarpe è presto detto: scrivo da quando ero un ragazzino, e nel frattempo ero riuscito a pubblicare un paio di romanzi, uno per un piccolo editore e l’altro per Marsilio. Ho avuto modo di conoscere un po’ il mondo editoriale e i problemi che ne fanno parte e ho pensato di poter creare qualcosa di nuovo, a partire da un diverso e più stretto rapporto tra editore e autori. Poi, è ovvio, le difficoltà per una piccola casa editrice sono enormi ed è complicato riuscire a realizzare tutte le idee che mi (e ci) vengono in mente ogni giorno. Dico “ci” perché nel frattempo Las Vegas è diventata una cittadina in cui convivono parecchie persone accomunate dalla stessa passione (e dalla stessa follia, probabilmente). È strano perché questo è un lavoro a tutti gli effetti, anzi, spesso devi occupare più ruoli anche molto diversi tra di loro. E quando questa attività coinvolge anche chi ti sta vicino nella vita, vuol dire non riuscire più a distinguere il tempo libero da quello lavorativo, vuol dire passare la domenica sera a impaginare, svegliarsi alle tre di notte con qualche idea nuova che non ti lascia più dormire, uscire a mangiare una pizza e continuare a parlare di quello che c’è da fare. Eppure, nonostante tutto questo, sembra un dato di fatto che con i libri non si possa vivere. Sono molti quelli che in questi anni hanno cercato di convincerci che l’unica via sia quella dell’editoria a pagamento, ma noi crediamo fortemente che un editore debba essere libero di scegliere, non influenzato dallo scambio di denaro con l’autore (che non è un cliente).
L’obiettivo è sempre quello di crescere e di riuscire a sopravvivere facendo questo bellissimo e difficilissimo mestiere.

Fare gli editori oggi è una grossa sfida: come mai avete deciso di intraprendere questa strada?
Per passione. E per incoscienza.

Quali sono le difficoltà più frequenti in cui vi imbattete quotidianamente?
La difficoltà maggiore è sopravvivere. Purtroppo di libri se ne vendono pochi e solo durante il Salone del Libro di Torino ci si illude per cinque giorni che in Italia i libri interessino davvero.

E le soddisfazioni più grosse?
Quando un lettore è soddisfatto e torna a cercarci. Ci sono quelli che collezionano tutti i nostri titoli e che ci commuovono per la loro fedeltà. Ma ogni lettore per noi è importantissimo.

Nel vostro mondo ideale, che volto avrebbe l’editoria?
Un volto meno da supermarket. Oltre ai (pochi) best-seller c’è un universo da scoprire.

Con quali criteri scegliete un libro?
Quando ci regala emozioni. Noi scegliamo quei libri che ci lasciano dentro qualcosa, anche molto tempo dopo averli letti. Speriamo di trasmettere le stesse emozioni ai nostri lettori.

Quali sono i generi che prendete in considerazione per un’eventuale pubblicazione, e quali quelli a cui invece assolutamente non siete interessati?
Trattiamo narrativa non di genere e narrativa per giovani adulti.

Accettate elaborati da chiunque o solo tramite agenti?
Da chiunque. Purché bravo, mi verrebbe da aggiungere.

Quali sono i difetti che riscontrate più spesso in un manoscritto?
La scarsa cura. Prima di essere spedito, un manoscritto dovrebbe essere – se non riscritto – almeno riletto cento volte.

E nella lettera che accompagna l’elaborato?
Spesso c’è la presunzione di ritenere di aver fatto qualcosa di straordinario. Ma se questi autori dessero un’occhiata alla mole di testi in attesa di lettura, capirebbero che scrivere un libro è un atto assolutamente ordinario.

E nella sinossi?
Spesso sono troppo lunghe. Meglio essere sintetici.

Promozione e marketing: come vi muovete e cosa fate per promuovere e di conseguenza vendere il libro che avete deciso di pubblicare?
Facciamo il possibile, ma siamo piccoli e non ci possiamo permettere campagne di alto livello o comparsate da Fazio. Partecipiamo alle principali fiere, abbiamo un distributore nazionale e diamo tutto il nostro supporto all’autore ma purtroppo niente miracoli.

Sempre dal punto di vista della promozione e del marketing, gli autori sono attivi o potrebbero fare meglio?
Dipende. Alcuni sono più attivi di altri. È inevitabile che a questi livelli chi si muove (anche) in prima persona riesca a raggiungere i risultati migliori.

Alcuni autori, anche famosi, lamentano a volte di aver subito editing invasivi dai propri editor: qual è la politica della Vs casa editrice in merito? Come si sentono i Vs autori dopo essere usciti dal ‘confronto’ con l’editor?
Non si è mai lamentato nessuno, finora. Ogni testo necessita di un lavoro diverso. Alcuni sono già quasi perfetti, e il lavoro è minimo. Altre volte c’è un’idea buona alla base ma gli interventi devono essere sostanziali. In ogni caso, ci limitiamo a suggerire, non imponiamo mai nulla. Al limite insinuiamo dei dubbi, ma l’ultima parola è giusto che spetti all’autore perché è lui che mette il nome in copertina.

C’è un’interazione diretta fra la Vs casa editrice e i Vs lettori?
Soprattutto alle fiere e agli eventi, ma anche tramite i social network. È un aspetto che vorremmo migliorare con una sezione apposita che presto inseriremo sul nostro sito http://www.lasvegasedizioni.com.

E fra casa editrice e la stampa che si occupa dei Vs libri?
Sì. Noi spediamo comunicati stampa e copie dei libri in uscita. Con alcuni il rapporto dura da anni.

Indicazioni per l’invio dei testi.
noeap-300x300Valutiamo romanzi e raccolte di racconti, che rientrino nelle nostre due collane: “i jackpot” (dedicata alla narrativa pura) e “las cerezitas” (dedicata alla narrativa per giovani adulti). Non spediteci poesie, saggi, opere teatrali… Potete spedirci i vostri testi, insieme ai vostri dati biografici e i vostri contatti, per posta ordinaria all’indirizzo Las Vegas edizioni – Via Genova, 208 – 10127 Torino. Tutti quelli che arriveranno per posta elettronica non saranno presi in considerazione. Non valutiamo opere incomplete o sinossi. Spediteci solo opere complete. Siamo assolutamente contro l’editoria a pagamento. Non chiediamo nessun contributo economico agli autori e scoraggiamo chiunque a pagare per essere pubblicati. Siamo contenti se prima di proporci vostro materiale leggeste alcuni nostri libri. È l’unico modo per permetterci di sopravvivere.

Grazie per averci concesso questa intervista.
Grazie a voi.

Andrea Malabaila
Las Vegas edizioni s.a.s.
Via Genova, 208
10127 Torino
Tel. 0116962663
Per informazioni: info[at]lasvegasedizioni.com
Per ordini: ordini[at]lasvegasedizioni.com
Ufficio stampa: carlottaborasio[at]lasvegasedizioni.com

(Amneris Di Cesare)

Annunci
commenti
  1. Federica ha detto:

    editori 🙂 a coppia

  2. aquanive ha detto:

    L’ha ribloggato su Scarabocchi di Amnerise ha commentato:

    Ecco un’altra intervista a una casa editrice giovane, agguerrita, intelligente e soprattutto contraria all’Editoria A Pagamento. Perché nonostante in molti si ostinino ancora a credere che si debba pagare per pubblicare un proprio scritto, le case editrici che non chiedono un euro per pubblicare esistono e sono varie e variegate. Questa, la Las Vegas Edizioni è giovanissima e fatta da giovani intelligenti.

  3. Giuseppe Pellegrino ha detto:

    Conosco di persona questo ragazzo, l’ho visto a Dicembre al salone del libro di Roma. Credo che sia un bene che questi giovani si impegnino con passione e abnegazione per l’editoria, soprattutto per dare freschezza, brio e idee nuove alla cultura, spesso cristallizzata sui soliti nomi. In ultimo, è contro l’editoria a pagamento, cosa meritoria e lodevole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...